Notizie Privacy

ETHICA SOCIETAS UPLI HA SVOLTO LA VALUTAZIONE D’IMPATTO-DPIA PER IL COMUNE DI MINTURNO

LA VIDEO SORVEGLIANZA URBANA, LE FOTOTRAPPOLE, L’AUTOVELOX E LE ZTL SONO A NORMA E QUINDI SENZA IL RISCHI DI SANZIONI PER IL COMUNE DI MINTURNO

Sintesi dell’attività: Il Comune di Minturno tutela la legalità senza essere fuori legge, perché nessun sistema di videosorveglianza è lecito senza la valutazione d’impatto-DPIA e ciò vale anche per i sistemi mobili di sanzionamento (fototrappole, autovelox, telelaser, ecc.) e per le barriere ZTL e, a maggior ragione per le attività di polizia, Il fine non giustifica i mezzi, per questa ragione ha commissionato a Ethica Societas UPLI lo svolgimento della Valutazione d’Impatto-DPIA che è stata completata. 

Keywords: #privacy #protezionedatipersonali #dpia #valutazionedimpatto #dpo #dataprotectionofficer #rdp #responsabileprotezionedati #privacyurbana #videosorveglianza #ztl #fototrappole #entipubblici #minturno #comuneminturno #ethicasocietasupli #facciamolavorareicolleghi #impresaetica #FrancescoMancini #GerardoStefanelli #AntonioDiNardo #videosorveglianzalegale

Il sito archeologico dell’antica Minturnae

Il sistema di videosorveglianza urbano di Minturno

Minturno ha realizzato un sistema di videosorveglianza capillare ed esteso e la valutazione d’impatto si è occupata innanzitutto di verificare e dimostrare (accountability) il criterio di proporzionalità, che non può mai essere discrezionalità che è fondamentale come ha ribadito il Garante per la privacy. L’impianto di Minturno si compone di:

  • 156 telecamere fisse delle quali:
    • 137 bullet di contesto;
    • 1 dome termica;
    • 16 OCR sui varchi ZTL;
  • 2 telecamere mobili utilizzate per il sanzionamento mobile delle quali:
    • 1 telelaser;
    • 1 truecam per il sanzionamento degli eccessi di velocità.
Gerardo Stefanelli

Il sindaco dott. Gerardo Stefanelli, che è anche il presidente della Provincia di Latina, convinto che i sistemi di videosorveglianza siano uno strumento potentissimo per la tutela della legalità a condizione che essi stessi siano legali, ha voluto che si svolgesse la valutazione d’impatto per tutti i sistemi comunali di videosorveglianza anche per gli autovelox e telelaser, che altrimenti sono abusivi e illegali, garantendo in questo modo legalità e sicurezza a tutti i cittadini.

Antonio Di Nardo

È stata scelta Ethica Societas UPLI società cooperativa sociale onlus, apprezzando non solo la competenza professionale e l’esperienza acquisita nel campo della protezione dei dati personali dai nostri esperti, ma anche il valore etico di una cooperativa sociale che promuove l’integrazione professionale dei soggetti disabili.

Il comandante, comm.capo dott. Antonio Di Nardo, ha fornito la massima collaborazione, dialogando costantemente con i periti che si sono occupati della valutazione d’impatto-DPIA per contribuire a realizzare un sistema sicuro ed efficace.

Senza DPIA tutti i sistemi di video sorveglianza sono illegali

Com’é noto, ai sensi dell’art. 35 del GDPR e delle Linee Guida 3/2019 [Guidelines 3/2019 on processing of personal data through video devices] del Comitato Europeo per la Protezione dei Dati/European Data Protection Board (CEPD/EDPB), tutti i sistemi di videosorveglianza hanno sempre l’obbligo della valutazione d’impatto-DPIA (art.35 c.3 p.c Reg.UE 2016/679[1] ), comunque essi siano realizzati: telecamere fisse e mobili, bodycam, ztl, sistemi di sanzionamento mobile (scout, speed check, autovelox, ecc.), come ha confermato anche il Garante per la privacy, e per l’omissione è prevista una sanzione elevatissima che arriva sino a una sanzione sino a dieci milioni di euro (art.83 c.4 Reg.UE 2016/679[1] ), una somma rilevante, anche se applicata in misura ridotta, che per qualsiasi ente pubblico fa scaturire non solo il dissesto, ma anche la responsabilità per danno erariale a carico dei politici e dei funzionari che non hanno provveduto.

Lo scopo della valutazione d’impatto

Il fine non giustifica i mezzi, nemmeno quando si vuole tutelare la sicurezza, la valutazione d’impatto, infatti, è garanzia di democrazia e di tutela dei diritti e delle libertà fondamentali dei cittadini.

Rispettare le norme, soprattutto quando si utilizzano sistemi utilissimi ma molto invasivi, come sono gli strumenti di ripresa audiovisiva, è molto conveniente perché le sanzioni sono elevatissime e, sempre più, si stanno sanzionando gli enti pubblici inadempienti, come è accaduto al Comune di Taranto per 150.000€.

Una grande esperienza nella consulenza sulla privacy per gli enti pubblici

Ethica societas UPLI cooperativa sociale onlus, ha già realizzato la valutazione d’impatto-DPIA per tanti enti pubblici tra i quali:

Città e Comuni:

e sta ultimando le valutazioni anche per:

  • Dipignano (CS);
  • Fiumicino (RM);
  • Scalea (CS);
  • Torre del Greco (NA);
  • Vairano Patenora (CE).

Istituti scolastici:

Inoltre ha svolto o svolge il ruolo di responsabile per la protezione dei dati personali (RDP/DPO) per:

Aziende e professionisti:

  • ElettroOk s.r.l. Frosinone;
  • Teatro Studio Frosinone;
  • Vema Roma;
  • dott. Enrico Cedrone Frosinone

Comuni e città:

  • Caserta;
  • Lenola (LT);
  • Pietramelara (CE);
  • Vairano Patenora (CE).

Istituti scolastici:

  • IIS “L.Angeloni” di Frosinone;
  • IIS “San Benedetto” di Cassino (FR);
  • I.C. 1° di Ceccano (FR);
  • I.C. 2° di Ceccano (FR);
  • ITIS “G.Morosini” di Ferentino (FR);
  • Liceo classico “M.Filetico” di Ferentino (FR);
  • Liceo scientifico di Ceccano (FR);
  • Liceo Scientifico di Veroli (FR).

Ethica societas UPLI, cresciamo assieme!

Ethica societas UPLI cooperativa sociale onlus non distribuisce utili, in nessuna forma, non ha proprietari e soci di maggioranza. I collaboratori di Ethica Societas UPLI ricevono un compenso etico uguale per tutti a parità di prestazione (docenza, consulenza professionale, diritti d’autore sui testi e manuali, ecc.).

Tutte le plusvalenze sono impiegate da Ethica Societas UPLI per finalità sociali e, in particolare, per favorire dell’inclusione lavorativa dei disabili.

Cresciamo assieme, come in un alveare, ognuno con il proprio lavoro per l’utilità di tutti.

Le scuole e le amministrazioni pubbliche che volessero verificare GRATUITAMENTE la conformità e la legalità del proprio sistema di VIDEOSORVEGLIANZA possono contattarci: info@ethicasocietasupli.it.

NOTE:

[1] Regolamento UE 2016/679 GDPR, art. 35 c.3: «La valutazione d’impatto sulla protezione dei dati di cui al paragrafo 1 è richiesta in particolare nei casi seguenti: […]c) la sorveglianza sistematica su larga scala di una zona accessibile al pubblico.».

[2] Reg. UE/2016/679 GDPR, art.83 (Condizioni generali per infliggere sanzioni amministrative pecuniarie) c.4 «In conformità del paragrafo 2 la violazione delle disposizioni seguenti è soggetta a sanzioni amministrative pecuniarie fino a 10 000 000 EUR o per le imprese fino al 2 % del fatturato mondiale totale annuo dell’esercizio precedente se superiore: a) gli obblighi del titolare del trattamento e del responsabile del trattamento a norma degli articoli 8, 11 da 25 a 39, 42 e 43…omissis…».

LE ULTIME 5 CONSULENZE

LA VALUTAZIONE D’IMPATTO-DPIA PER LA CITTÀ DI CASERTA

LA VALUTAZIONE D’IMPATTO-DPIA PER L’IIS ANGELONI DI FROSINONE

LA VALUTAZIONE D’IMPATTO-DPIA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI CECCANO (FR)

LA VALUTAZIONE D’IMPATTO-DPIA PER IL COMUNE DI VILLACIDRO (VS)

LA VALUTAZIONE D’IMPATTO-DPIA PER IL COMUNE DI VIGODARZERE (PD)

LE ULTIME 5 ATTIVITÀ FORMATIVE

IL CORSO OPERATIVO PER LA POLIZIA MUNICIPALE DI VAIRANO PATENORA (CE)

CONCLUSO IL 2° CORSO INIZIALE DI FORMAZIONE A POZZUOLI

2° CORSO INIZIALE DI FORMAZIONE PER LA POLIZIA LOCALE DI POZZUOLI

1° CORSO INIZIALE DI FORMAZIONE PER LA POLIZIA LOCALE DI POZZUOLI

10° WORKSHOP PER LE POLIZIE LOCALI DELLA PROVINCIA DI FROSINONE

Related posts

ETHICA SOCIETAS UPLI HA SVOLTO LA VALUTAZIONE D’IMPATTO-DPIA PER LA CITTÀ DI FIUMICINO (RM)

massimiliano

LA VALUTAZIONE D’IMPATTO-DPIA PER IL COMUNE DI VIGODARZERE (PD)

massimiliano

LA VALUTAZIONE D’IMPATTO-DPIA PER LA CITTÀ DI CASERTA

massimiliano

Leave a Comment